martedì 22 maggio 2012

♥ Quando manca la propria mamma ♥


La mancanza della propria mamma


Sono passati  tre mesi dalla morte di mia madre. Eppure, è già trascorso questo tempo così breve, che a me è sembrato lungo e triste 
Spesso, mi ritrovo a pensare che devo telefonare a mia mamma per dirle qualcosa, come raccontarle della morte di un caro parente, o della nascita di un bimbo in famiglia. 
Mi risveglio poi, quasi subito da questi pensieri che sorgono spesso. Mi chiedo poi, se è normale pensare di parlarle ancora come una volta,  quando si chiacchierava complici insieme... 
Sono arrivata quasi ad alzare la cornetta del telefono. 
E' una mancanza che sentirò sempre, e mi terrà compagnia per il resto della vita, ogni volta che avrò bisogno di un consiglio o di un semplice sfogo tra donne. 




"Sempre si giravano indietro prima di svoltare l'angolo, 
poichè la mamma sempre era alla finiestra 
ad annuire e a sorridere, facendo cenni con la mano.
In un certo senso era come se fosse loro impossibile 
trascorrere la giornata senza quel gesto, 
poichè, qualunque fosse il loro umore, 
l'ultima occhiata al quel volto materno, 
influiva su di loro come la luce del sole".

Louise May Alcott, "Piccole donne"


21 commenti:

  1. Mia mamma è morta da qualche anno, ma non la si può dimenticare.I primi anni dalla sua morte, mi pareva sempre di dover andare a Gemona per aiutarla, poi mi dicevo che non c'era più! E' triste perdere la mamma anche se è anziana, ma so che è in cielo e mi protegge...Il ricordo delle nostre mamme rimarrà sempre nel nostro cuore!

    RispondiElimina
  2. Per fortuna io la mia mamma ce l'ho ancora ma credo che sia un grande dolore e una grande mancanza che non si possa colmare in alcun modo. Il dolore si attenuerà col tempo ma la mancanza fisica ci sarà sempre. Però in qualsiasi momento tu abbia bisogno di lei son sicura che la sentirai vicina spiritualmente. Basta pensarla intensamente, lei è pur sempre viva nel tuo cuore.
    Ho perso da poco un amico carissimo, troppo giovane per andarsene e troppo amante della vita per lasciarla, ma purtroppo per una brutta malattia, tra tante sofferenze adesso non c'è più. Ho spesso il desiderio di mandargli un messaggio, di fargli uno squillo.. il suo numero non l'ho cancellato dalla mia rubrica anche se mai più potrò chiamarlo e sentirlo...
    Sìì felice per la tua mamma perché son sicura che lei adesso lo è.
    Un forte abbraccio

    RispondiElimina
  3. Quando sono con noi non apprezziamo mai abbastanza il dono che attraverso di loro Dio ci fa. Anche io ho perso mia madre da qualche anno. Gli ultimi tempi era diventata scontrosa e non era facile starle vicino. Aveva 90 anni, quando ci ha lasciato. Sento la sua mancanza, ripensando a quando era l'approdo di tante giornate faticose vissute in solitudine.Ciao Gigliola. Ti penso

    RispondiElimina
  4. Io, purtroppo, ho uno strano rapporto con la mia mamma. Ora ha 93 anni, lucida, ma generale...come lo è stata da sempre. Io vivo a Novara e lei a Milano. Le telefono tutti i giorni e mi manca tanto. Ma non è stata mai una persona dolce, religiosa o serena. La ringrazio per avermi dato la vita.Ma a volte cosa pagherei per un abbraccio o una parola buona!So che nonostante tutto, mi mancherà...
    La tua, siine certa, è sempre vicino a te, come tutti i nostri cari che sono nella pace di Dio! Buonanotte

    RispondiElimina
  5. Succede anche a me per mia moglie.
    La memoria di una persona è una Presenza.
    E resterà presenza solo attraverso il tuo dolore.
    Ciao Saray.

    RispondiElimina
  6. Ciao, Sara! Finalmente adesso so che la mia mamma mi aiuta più di prima (soprattutto a ricorrere alla Santa Vergine Madre di Cristo e nostra!) e che ci riabbracceremo: http://geniofemminile.blogspot.it/2007/05/pina.html

    RispondiElimina
  7. come si fa a dimenticarsi del tutto di una madre? specie una madre con la quale si aveva un bel rapporto. mi immedesimo nella cosa e cerco anche di scacciare il pensiero perchè se mi accadesse non riuscirei più a vivere come prima...è una parte di corpo che manca...

    RispondiElimina
  8. Conosco il dolore della perdita di un genitore, ma non te lo saprei raccontare... so solo che a distanza di mesi non è passato anche se la vita va avanti... io non ho cancellato il numero dal cellulare è una cosa sciocca, ma è più forte di me...
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  9. Pax et Bonum Sara ,
    L'Amore di Cristo è una Sofferenza che ci dilata l'Anima ad Amare sempre più il nostro prossimo .
    Il RICORDO più CARO che la tua Anima sta vivendo è la Perdita della TUA MAMMA , non ci sono parole di conforto , ma nella mia sincerità ti voglio bene come ti vuole Gesù e dal Paradiso tua MAMMA guarda con Orgoglio una FIGLIA MERAVIGLIOSA , che si offre per il BENE delle anime e per un Bene che Lei stessa t'ha messo nel Cuore Sorellina Sara .
    Vorrei dirti tanto , reciterò un'Ave per te :
    Ave o Maria , Piena di Grazia , il Signore è con Te . Tu sei Bendetta Fra tutte le Donne e Benedetto è il Frutto del Seno Tuo , Gesù . Santa Maria , Madre di Dio , prrega per noi peccatori , adesso e nell'ora della nostra morte . Amen .

    Francesco di Santa Maria di Gesù
    Terziario Francescano

    RispondiElimina
  10. La Mamma è sempre la Mamma, io l'ho persa tre anni fa, tutte le sere,c'è sempre un pensiero per lei.
    Ciao

    RispondiElimina
  11. Carissima vai sul mio blog domani ho una piccola e spero gradita sorpresa per te ciaoooo

    RispondiElimina
  12. Capita ancora anche a mia mamma, dopo anni e anni, che pensa di telefonare a sua zia, che era per lei come una mamma...

    Vi è un filo che è sempre vivo.
    Buona domenica di Pentecoste

    RispondiElimina
  13. L'affetto dei genitori non verrà mai meno!
    Ciao Signora Sara, una serena domenica di Pentecoste!

    RispondiElimina
  14. Carissima
    Mi dispiace per questa tua perdita. Comprendo perfettamente ogni tuo gesto (l'ho fatto anch'io) di prendere il telefono in mano.
    La mia è partita per sempre 8 anni fa, ma è come se fosse avvenuto ieri. Oggi continuo a parlarle ogni giorno, e sarà per tutti i giorni della mia esistenza.
    Buon inizio di settimana, mia cara Sara

    RispondiElimina
  15. Cara Sara, comprendo il dolore, io li ho persi entrambi.
    Il mio papà saranno tre mesi il 4 giugno.
    Per fortuna che nei nostri occhi rimangono
    impressi i loro gesti e nelle orecchie le loro voci.
    Ciao Rakel

    RispondiElimina
  16. La mia è mancata 10 anni fa, ma la sogno tantissimo, e quando mi sveglio rimango malissimo perchè i sogni sono talmente intensi che mi sembra di averli vissuti.
    Cara Saray,i nostri cariche abbiamo amato sono sempre con noi, sempre!
    Ti abbraccio!♥
    Dani

    RispondiElimina
  17. Grazie a voi tutti per i commenti che mi avete lasciato. :)

    RispondiElimina
  18. Ho letto commenti di persone che hanno persona la propria Mamma anziana, chi oltre 10 anni fà.
    Posso solo dire che tutto ciò non ha importanza, io l'ho persa nove mesi fà, e se sarò ancora vivo tra 10 anni non potrò mai dimenticarla. MAI!!!

    RispondiElimina
  19. Mia mamma è morta circa 4 mesi fa a causa di un tumore cerebrale incurabile.
    Non riesco a realizzare che è morta. Mi manca tanto.
    Anche se sono ormai adulta, se ho una famiglia mia... mi manca.
    sto ingrassando in modo pazzesco, provo piacere soltanto nel momento in cui mi sono riempita di cibo. altrimenti ho un continuo senso di agitazione e vuoto.
    Se succede qualcosa, dal pettegolezzo di paese alla notizia importante, mi viene l'istinto di chiamarla per raccontarle tutto.
    Ho cominciato a mettere i suoi vestiti... il suo profumo, i suoi gioielli.
    Andare a vedere la sua tomba al cimitero non mi dà nessun sollievo... cerco di tenermi sempre impegnata perchè non voglio avere un secondo libero per pensarla, perchè pensarla mi fa male.
    Ho dovuto raccontarle tante bugie.. per non dirle che il suo male era incurabile, per non dirle che era un tumore, per non dirle che era l'ultimo natale, per non dirle che non ci saremo viste piu...
    Tutte quelle bugie ora mi torturano
    Vorrei dirle che mi dispiace tanto che non abbiamo potuto fare niente per salvarla.
    Vorrei che vedesse quanto sono brave le sue nipoti.
    Vorrei che mi abbracciasse perchè mi sento tanto sola

    RispondiElimina
  20. Ciao anonimo 4 maggio 2015 22:03, io sono Fabio e voglio dirti che quanto hai scritto mi ha molto commosso. Io ho perso mamma da una settimana, era relativamente giovane, aveva 72 anni e se n'è andata all'improvviso anche se la sua situazione era molto delicata e aveva una storia clinica molto molto difficile. Era una mamma fantastica: amava infinitamente i propri figli, una persona molto umile che non voleva niente di particolare dalla vita se non sapere che i propri figli stessero bene. Purtroppo mio padre non le rendeva facile la vita, neanche gli utlimi anni: una storia difficile, di un rapporto tenuto in piedi per antiche convenzioni sociali e infine per abitudine e solidarietà.
    Provo un dolore immenso, con un misto di rimorsi per il tempo non sfruttato al meglio, pena per come ha condotto la sua vita e per l'orribile momento del trapasso, rimorso e sgomento per non essere stato con lei nei momenti fatidici (io e un altro dei miei due fratelli abitiamo in città lontane), paura e malinconia per il futuro, senza di lei.
    Posso paragonare materialmente il tutto ad una sensazione "fisico": mi sento come mutilato di arti importanti, come le gambe. Certamente la vita andrà avanti, ma non sarà mai più come prima, mi mancherà sempre qualcosa e qualcos'altro sarà molto diverso, ricorderò con dolore i bei tempi prima dell'evento orribile e mi dannerò per non poterli più avere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stupendo quello che hai scritto. Io lo provo più passa il tempo ma non avrei saputo descriverlo come hai fatto tu. Grazie

      Elimina

░░♥Cari amici vi ringrazio per i commenti ♥░░
♥ __ Senza di voi il mio Blog non esisterebbe__♥
»✿__♥__✿«•*•»✿___♥___✿«•*•»✿__♥__✿«