martedì 20 novembre 2012

Leggere le favole ai figli

Domenica in chiesa, il nostro parroco nelle sua omelia ai bambini ha chiesto loro chi fosse "Pinocchio". Su 25 circa, solo due lo sapevano. Il parroco ha così raccomandato ai genitori di leggere le favole ai propri figli. Possono solo far loro del bene. Quei momenti di vicinanza sono immensi doni d'amore che un genitore fa al figlio, che crescerà più equilibrato intelligente e fantasioso... sopratutto meno violento.




La mia bambina più piccola pretendeva 
che le leggessi una favola ogni sera prima 
di andare a dormire. 
Un giorno mi venne l'idea 
di acquistare una serie 
di audiocassette con delle fiabe 
già registrate. 
La bimbetta imparò a far funzionare 
il registratore e tutto andò bene 
per qualche giorno, 
finché una sera non mi cacciò in 
mano un libro di fiabe.
«Ma cara», dissi, «lo sai come si accende 
il registratore» .
«Sì, ma non posso sedermici in braccio!», rispose la bambina.

"Le persone contano. 
Non le cose..."

Fonte Web



9 commenti:

  1. Com'è vero Saray! A mio figlio le ho lette per molti anni, a volte le inventavo per farlo dormire. Al buio non si leggeva nulla...
    bacione

    RispondiElimina
  2. I bambini non sanno chi è Pinocchio??? Non lo avrei mai detto.... Ma che favole conoscono allora? Nessuna? Vengono affidati alla tv i bambini?

    RispondiElimina
  3. Confermo.
    I miei nipoti vanno pazzi per le favole, ma se gliele racconti.

    RispondiElimina
  4. Pinocchio è troppo istruttivo. Il Potere cerca di nasconderlo.
    Ciao Saray.

    RispondiElimina
  5. Un semplice saluto buona giornata.

    RispondiElimina
  6. Che bel blog hai! Complimenti per i lavori di grafica ^^
    Quando si avvicina il Natale ti domanderò se posso prenderne qualcuno :-))
    Noi è un po' di anni che abbiamo smesso di raccontare le favole prima della buonanotte perché i ragazzi sono grandicelli... è vero che la piccolina ha solo 3 anni, ma in genere dopo le preghiere lei e la sorella grande si addormentano. Però è vero che potrei riprendere a leggerle per mia figlia piccina...
    buonissima giornata!

    RispondiElimina
  7. Ciao Saray,
    si vorrebbe tornare indietro, per farlo di più!
    Ultimamente , causa trasloco come sai, sono stata un po' assente con i commenti.
    Vedrò di rifarmi.
    Ho iscritto Lo schiaccanoci in Net Parade, mi sento in compagnia e e inoltre apprezzo la valutazione tecnica che aiuta ad ottimizzare aspetti che non padroneggio del tutto.
    Riprenderò il giro delle votazione e del giudizio mensile per i blog amici e ringrazio coloro che faranno altrettanto.
    Un caro saluto:)
    Marilena

    RispondiElimina
  8. Mia cara
    Il tuo post mi riporta indietro di anni. le mie due bimbe sono ormai grandi. Ho raccontato loro le fiabe, ma la preferenza andava al racconto di quando ero piccola io e mia sorella...e di tutte le avventure di vita reale.
    Certamente le narravo scherzandoci sopra, perché la realtà a volte era più tragica. Ma in fondo...in fondo...le favole non rappresentano il reale?
    Ciao, mia cara e buona serata

    RispondiElimina
  9. Ad ogni modo io avevo le Fiabe sonore della Fabbri, quello con i 45 giri. Ci passavo dei giorni nel leggere quelle Fiabe. Poi ne leggevo anche altre.

    RispondiElimina

░░♥Cari amici vi ringrazio per i commenti ♥░░
♥ __ Senza di voi il mio Blog non esisterebbe__♥
»✿__♥__✿«•*•»✿___♥___✿«•*•»✿__♥__✿«